venerdì , 18 ottobre 2019

Premio aziendale straordinario: intesa raggiunta

Ma allora il Sindacato serve ancora!?

luglio 20, 2014 10:16 am Leave a comment A+ / A-
Download PDF

benefitsDopo un mese e mezzo di trattative e 5 incontri, in data 15/07 è stata raggiunta l’intesa tra le OO.SS. Aziendali e C.r. Asti spa sull’erogazione di un premio aziendale straordinario (500 euro in totale) in virtù delle positive risultanze di bilancio del 2013 e delle operazioni straordinarie (aumento di capitale, migrazione informatica Biver e riorganizzazione aziendale in atto) che hanno coinvolto, e tutt’ora coinvolgono, il personale della C.r. Asti spa.

Ecco i dettagli dell’accordo:

  • erogazione di euro 250 (netti) in misura fissa ed indipendente dal ruolo e dal grado di appartenenza entro il 31/12/2014. Il premio potrà essere erogato in due diverse opzioni in alternativa tra di loro e su scelta diretta dei colleghi interessati:
  • ricevere l’intera somma sotto forma di buoni acquisto denominati Ticket Compliments Top Premium utilizzabili in oltre 8.000 esercizi convenzionati in tutto il territorio italiano (per maggiori informazioni potete visitare il sito http://www.edenred.it/incentive-rewards/premi-dipendenti/ticket-compliments-top-premium/)
  • conferire l’intera somma presso la posizione pensionistica individuale aperta presso il Fondo Pensione Complementare
  • la prima erogazione interesserà il personale che ha prestato servizio nel 2013 e che risulti dipendente al 01/09/2014
  • erogazione di euro 250 (netti) in misura fissa ed indipendente dal ruolo e dal grado di appartenenza entro il 31/12/2015. Anche in questo caso il premio potrà essere erogato in due diverse opzioni in alternativa tra di loro e su scelta diretta dei colleghi interessati:
  •   ricevere l’intera somma sotto forma di buoni acquisto denominati Ticket Compliments Top Premium (vedi sopra)
  •   conferire l’intera somma presso la posizione pensionistica individuale aperta presso il Fondo Pensione Complementare
  •   l’erogazione interesserà il personale che ha prestato servizio nel 2014 e che risulti dipendente al 01/09/2015

Tali premi straordinari non sono utili ai fine del calcolo del trattamento di fine rapporto e non entrano nella base di calcolo per la contribuzione al Fondo Pensione di appartenenza.

3. proroga del Contratto Integrativo Aziendale a tutto il 2014 assicurando di conseguenza l’erogazione del relativo premio nel mese di giugno 2015 , con verifica tra le parti (entro il 28/02/2015) di eventuali accadimenti che possano determinare sensibili scostamenti nell’ammontare del premio stesso.

L’ Azienda nei prossimi giorni porterà a conoscenza dei colleghi tutti gli aspetti tecnici necessari per l’applicazione di tale accordo.

RIFLESSIONI…

Si tratta sostanzialmente di un buon accordo. Tali erogazioni straordinarie infatti rappresentano la classica “fetta di torta in più” di un “pranzo” già bello corposo.

Non dimentichiamo infatti che la C.r. Asti spa è una delle poche banche nel panorama italiano che eroga premi aziendali di “peso” come quello erogato a giugno scorso. Di contro è anche vero che la nostra Azienda è una delle poche che, in una situazione di così forte crisi economica e di settore, macina variazioni positive di utili come quelle realizzate tra il 2012 e 2013.

Ciò per altro è dovuto in massima parte, se non del tutto, al lavoro ed all’impegno costante di tutti i colleghi, nessuno escluso, ed era quanto mai doveroso da parte dell’azienda riconoscere questo sforzo.

Si poteva fare di più?

Secondo la Fisac Cgil sì . Riteniamo ci fossero tutte le compatibilità economiche per migliorare ancora l’accordo soprattutto nella seconda erogazione (2015) al fine di sterilizzare eventuali contrazioni del premio aziendale che verrà liquidato a giugno del prossimo anno. Purtroppo una mancata compattezza delle OO.SS. Aziendali, specialmente negli ultimi giorni di trattativa, ha generato la conclusione che vi abbiamo illustrato. Ma tant’è!

Vogliamo aggiungere un’ulteriore riflessione.

Questa che viviamo è un’epoca strana, nella quale tutto si consuma mediaticamente. L’attuale Presidente del Consiglio italiano ha costruito la propria fortuna elettorale su un’erogazione di 80 euro lordi (per altro poi ampiamente “rosicchiati” da aumenti di tasse ed imposte varie) e sul fatto che tale erogazione rappresentasse per molti lavoratori quasi quanto un rinnovo di un contratto nazionale (poi è lui stesso che in quanto datore di lavoro della pubblica amministrazione non rinnova i contratti da diversi anni!!!).

Di contro chi, come gli esponenti della nostra Organizzazione Sindacale, lavora “sotto traccia” senza tanti clamori e spende del tempo “personale” per il bene di tanti colleghi si sente in troppe occasioni ripetere le solite litanie: “ma tanto voi sindacati servite ormai a ben poco”, “io del sindacato non ne ho mai avuto bisogno”.

Ebbene, all’alba dell’inserimento di ben oltre 60 persone neoassunte nella nostra Azienda, a queste persone, ed alle altre; vorremmo dire che, senza Sindacato, non avrebbero un contratto nazionale, non avrebbero un contratto integrativo, non avrebbero erogazioni straordinarie di premi, non sarebbero, probabilmente, nemmeno dei dipendenti della C.r. Asti spa.

Neanche Matteo Renzi potrebbe sostenere il contrario!

Premio aziendale straordinario: intesa raggiunta Reviewed by on . Dopo un mese e mezzo di trattative e 5 incontri, in data 15/07 è stata raggiunta l’intesa tra le OO.SS. Aziendali e C.r. Asti spa sull’erogazione di un premio a Dopo un mese e mezzo di trattative e 5 incontri, in data 15/07 è stata raggiunta l’intesa tra le OO.SS. Aziendali e C.r. Asti spa sull’erogazione di un premio a Rating: 0
scroll to top